Eventi

 

 

 

INTROSPEZIONI

Marco Paghera nasce a Montichiari (Brescia) nel 1980. Dopo il diploma presso il Liceo Artistico Olivieri, approda all’attività artigiana di famiglia che da decenni si occupa di particolari lavorazioni in metallo; qui trova la necessaria condizione di slancio per cominciare le sue sperimentazioni. Inizia così la realizzazione di disattese reinterpretazioni del ferro nell’ambito del design e della scultura.

Il suo lavoro non rimane inosservato ed appaiono le prime citazioni sulle riviste del settore.

Il 2013 è l’anno di svolta e l’artista inizia a maturare il passaggio dalle grandi sculture dinamiche, come la monumentale “Oltre”, alle geometriche “Introspezioni cerebrali”.

In quell’anno entra a far parte di MODE, un gruppo di giovani artisti, e riscontra i primi consensi tra i critici, tra cui i professori Paolo Bolpagni ed Alberto D'Atanasio.

Proprio in procinto di una mostra con il gruppo MODE, Marco Paghera subisce il furto dal suo laboratorio di due sculture, tra cui la prediletta “Anime molteplici”,  che non sarà più ritrovata.

Dopo la parentesi di Mode, prosegue il suo percorso autonomamente, concentrando i suoi studi sulle Introspezioni cerebrali.

Viene apprezzato da curatori e critici, come  il Cav. Flavio De Gregorio, il Prof. Riccardo Sorani, la Dott.ssa Elena Gollini e partecipa a mostre internazionali e nazionali, curate da critici come il prof. Vittorio Sgarbi.

Nel dicembre del 2014 gli viene conferito il Diploma d’Onore e il titolo di Benemerito dell’Arte Italiana dall’Accademia Santa Sara.

Nelle opere di Marco Paghera ritroviamo la passione per le contaminazioni materiche: egli coniuga e mescola il metallo, l’elemento che più lo rappresenta, ad inserti in resine speciali, velluti, legno e altri materiali.

Marco Paghera ora vive e lavora a Castenedolo (Brescia).

 

Sara Ghizzi

 
 

 

 

"Di Forme"

Arte e Materia a Brescia.

Nuova esibizione a cura della galleria d'Arte Contemporanea Ramera. Una reunion di artisti formatasi alla Accademia belle arti di Bologna sotto la guida del maestro Franchi espone il prodotto delle singole esperienze artistiche e culturali; una ricognizione sulle strade intraprese, un ritrovarsi nella differenza, dal potente valore materico-comunicativo.
RAMERA ARTE CONTEMPORANEA
Presso:  Convento dei servi di Maria della Santissima Annunciata di Rovato Monte Orfano (BS)
Orari:      lun/Ven:14.00 -18.00 sab/dom: 9.00 -12.00 e 14.00-18.00
Durata:   6/16 Aprile 2015
Biglietto: INGRESSO LIBERO

Ramera Inaugura...

Al via l'apertura della Galleria.

Venerdì 12 febbraio 2016 a Brescia si terrà l’inaugurazione della galleria d’arte contemporanea Ramera. In occasione dell’apertura verrà presentata una mostra collettiva di scultori. Nel cuore della città di Brescia, in via Moretto, a due passi dalla stazione e da Porta Vittoria, nasce la galleria “Ramera Arte Contemporanea”, uno spazio di libero confronto artistico e culturale, nel senso più ampio del termine. Il progetto nasce dall'esigenza di facilitare la circolazione e lo scambio di idee e creatività, ponendo in dialogo artisti di età e formazione diversa, con particolare attenzione ad artisti emergenti. In questo senso RAC si offre come punto d’incontro, di scambio e di contaminazione creativa fra esperienze, stili, linguaggi, territori, generazioni.