SALVI

Salvi.

In questi anni ho avuto il piacere di lavorare presso strutture scolastiche di vari paesi. come gia' ho scritto in altre pagine del sito queste esperienze mi hanno regalato molto, a partire dal confronto diretto con gli allievi e gli insegnanti che di volta in volta incontravo. sono convinto che la pratica di viaggiare e conoscere situazioni nuove e non sempre comode sia la base su cui coltivare e sviluppare una sensibilita' che molto ha a che fare con il ritmo contemporaneo. credo quindi che un artista che voglia definirsi tale debba confrontarsi e vivere la realta' spesso contrastante e contraddittoria che ci circonda. non posso dire che abbia fatto parte di programmi ufficiali di artist-in-residence in quanto odiando la burocrazia non posso permettermi di rimanere in attesa dei tempi necessari a tal fine. quindi mi adopero in prima persona, contattando professori e docenti e offrendo gratuitamente la mia esperienza, che nel caso di scuole o universita' va ad accrescere il bagaglio di esperienze degli studenti che frequentano i corsi da me prescelti. e' uno scambio di esperienze in realta', quindi questo basta a ripagarmi delle spese effettive che devo sostenere. ho scoperto cosi' che uno dei modi migliori per conoscere una nazione e' quello di cominciare dal contatto con le scuole e gli studenti. menti fresche che suggeriscono molto di cio' che poi, da viaggiatore, andro' a scoprire.